venerdì 15 luglio 2011

L’importanza delle piccole cose

In questi giorni, alcuni avvenimenti di vario tipo, mi hanno coinvolto molto emotivamente, risvegliando in me ricordi ed emozioni messi da parte, in un angolino del cuore e della testa.

Alcuni sono avvenimenti che mi sono piombati addosso come un fiume in piena, per i quali faccio ancora fatica credere, altri non mi coinvolgono in prima persona, ma li ho vissuti in passato e quindi posso immaginare cosa si prova, altri ancora riguardano la forza e la pazienza nell’affrontare la vita, dopo varie vicissitudini legate alla salute.

Tutte queste cose insieme, nello stesso periodo, sono molto faticose da affrontare sia psicologicamente che fisicamente, soprattutto per chi le vive in prima persona, ma anche per le persone vicine, unite da legami di parentela o di amicizia.

A volte mi chiedo: ma dove si trova la forza per andare avanti? ... e invece, come per magia, da qualche parte questa forza spunta fuori, impetuosa e piena di energia, proprio quando sembra di non averne più...
Sembrerà strano, ma io credo che la forza si trova anche nella quotidianità, in questa “vita normale” fatta di piccole cose, che però alla fine ci dà tanto.

Perché poi, che cos’è in fondo la felicità?...sono più che certa, ormai da molto tempo, che la felicità assoluta non esiste, ma esistono tanti piccoli momenti di felicità...ecco, questi piccoli momenti, sono quelli su cui contare quando tutto sembra perduto o quando la pazienza e il coraggio vengono a mancare, perché travolti dalle cose brutte della vita.

D’altra parte, nessuno ci ha detto che la vita fosse facile...forse le cose belle e semplici si apprezzano proprio dopo aver vissuto le cose brutte e complicate...ma spesso ce ne dimentichiamo...ed è giusto così...la routine e il tran tran, ci fanno correre, andare avanti, fare le cose di fretta...e finché tutto procede per il verso giusto, può anche andar bene, ma non appena un ostacolo si mette davanti al nostro cammino, allora ci soffermiamo e riflettiamo sul senso della vita...

La quotidianità è anche osservare il panorama sulla strada che percorro tutti i giorni da casa al lavoro...a volte sono immersa nei miei pensieri e non faccio caso a ciò che vedo, a volte invece scopro quant’è bella la natura, tanto da fermarmi e scattare una foto, sicuramente pessima dal punto di vista tecnico, ma che dice molto (almeno per me), dal punto di vista delle emozioni; questa “normalità” non è poi così malvagia, penso fra me e me.

Ecco, queste emozioni, questa bellezza, prima di andare al lavoro, mi fanno affrontare meglio la giornata...non fa parte anche questo di quei piccoli momenti di felicità, che fanno pensare che vale la pena vivere, nonostante tutto?...che dite, sono troppo romantica? ... esagero? ... forse, ma penso che mi devo confortare con tutto ciò, pur sapendo quanto sia difficile a volte la vita.

Penso quindi che ognuno di noi debba fare di tutto per cercare di stare bene, è un rispetto che dobbiamo a noi stessi, se stiamo bene con noi stessi, staremo bene anche con gli altri.

Le piccole cose (che poi alla fine sono grandi), possono essere di vario tipo: un panorama, un’opera d’arte, una chiacchiera inaspettata con un’amica, un viaggio, un libro, una canzone, insomma, tutto ciò che dà un senso alla nostra vita.

4 commenti:

stefania ha detto...

Cara Monica come sempre dimostri tanto cuore, una potente energia ed uno sguardo positivo nel vivere nel mondo ... il senso della vita? ... credo che sia davvero trovare la felicità ... come? ... nel modo pù semplice ... non lasciandosi coinvolgere dalle "mode" e le "regole" che guidano il mondo, ma provando a guardare le cose in direzioni insolite e nuove ... non è facile, ma è un percorso che regala splendide sorprese ...

serefrance ha detto...

Condivido in pieno quello che dici.
Sono le piccole e minuscole gioie che ci aiutano a superare le grandi tristezze: anche una sola lucciola rende la notte meno buia

Daniela ha detto...

cara monica,
non so davvero quale sia il senso della vita (ammesso che ce ne sia uno). Tuttavia, hai ragione quando dici che dobbiamo gioire anche delle piccole cose. Forse è proprio questo il modo di riuscire a vivere nella maniera più intensa e serena possibile.
Un bacio schioccante sulla gota

Elisa Lila Madrigali ha detto...

Sai bimba, secondo me il gioire del piccolo è un dono che sviluppa chi ne ha passate tante. Siamo dello stesso club "La Vita E' Bella", io e te, capaci di emozionarci per un girasole o il sorriso di un anziana anche quando tutto il resto va a rotoloni.
Spero di conservare questo spirito fino alla fine!
Un abbraccio di sole.