lunedì 4 giugno 2012

L'hai voluta la bicicletta? ...



Stamani, il racconto di una collega riguardo al suo bimbo che ha imparato ad andare in bicicletta senza l’aiuto delle rotelle, mi ha riportato indietro nel tempo; mi ricordo perfettamente come fosse ieri, quando ho imparato.

Abitavo ancora in San Marco, in una corte dove sono cresciuta giocando fuori con tutti gli altri bimbi e bimbe, epoca in cui anche la sera dopo cena d’estate, si giocava a nascondino o a “un due tre stella” …le mamme chiacchieravano sedute facendo finta di niente, in realtà ci controllavano e si preoccupavano che nessuno si facesse male.

Quando ho imparato ad andare in bicicletta senza il supporto delle rotelle, era una mattina d’estate. Le rotelle erano state tolte appunto, ma, a differenza del modo classico del genitore che ti sostiene da dietro tenendo il sellino, per poi lasciarti andare al momento giusto, io ho imparato dandomi la spinta, partendo da un muretto di circa 30 centimetri. Facevo così: mi mettevo parallela con un piede appoggiato sul muretto e l’altro sul pedale, davo la pedalata e contemporaneamente staccavo il piede dal muretto; un po’ barcollante e un po’ a zig-zag riuscii a fare circa 20 metri…non sapete la soddisfazione, con tanto di mamma e babbo che mi guardavano dal terrazzo e mi dicevano brava…

Ogni tanto fa bene ricordarsi di come abbiamo imparato a fare certe cose…gesti che ora diamo per scontato, ma quando siamo piccoli non sono per niente scontati o facili. Credo che l’imparare ad andare in bicicletta sia una delle prime esperienze di vita che la mente riesce a ricordare.

E voi ve lo ricordate quel momento?

3 commenti:

Saimon ha detto...

(La stessa bicicRettina che ti rubavo quando eri a scuola!!):P
Io non me lo ricordo quando ho imparato, ma mi ricordo benissimo com'era: verdolina e piccinissima, e da tante volte che l'ho usata, mi si sarà troncata la forcella millemila volte, e il mio babbo me la risaldava! Bei tempi, eh, Moncaca????

Unknown ha detto...

Ovviamente della bicicletta non me lo ricordo ma mi ricordo dei ginocchi sbucciati tutte le volte che cascavo :-(

Monica ha detto...

Simona, bei tempi sì...quando si giocava fuori! ed è la stessa che mi prendevi quando io andavo già a scuola :-) Moncaca...il mio nome i bimbi piccoli lo dicono sempre a modo loro :-)